.
Annunci online

  ilbokkaglio [ quando tutto ti sommerge... ]
         


 Novità!



Atlantide.
variegato di pensieri intorno alla nostra  bellissima isola.



Oggi la rete ha pescato 4 nuovi pesciolini: il direttore della casa correzionale "desnoaus", ci ha concesso e connesso a internet.

Per amor nostro (e di chi vorrà farci visita) veniamo a presentarci:

TUBETTO 
 detenuto n° 9760


DeMoNsSs    
detenuto n° 0679
(evaso)

ArmaVirumqueCano

detenuto n°
3,1415926535897
(trasferito)


NURAGHE
detenuto n° mille

SIAMO LA PLEBE CHE TERRORIZZAVA gioberti,
noi PERO' NON ABBIAMO PREVALSO SUL VOSTRO stato!.


Sign for NO ALL'ENERGIA NUCLEARE, SI' ALL'ENERGIA SOLARE !


17 ottobre 2008

"telefono-casa"

 
» 2008-10-15 19:28
PRIMA ECO DI GIGANTESCA COLLISIONE FRA GALASSIE
 ROMA  - Per la prima volta è stata "ascoltata" l'eco di una collisione fra ammassi di galassie. La scoperta, nella quale l'Italia ha un ruolo importante, è pubblicata questa settimana su Nature. Il segnale catturato dai ricercatori dell'Istituto nazionale di Astrofisica (Inaf) e dell'università di Bologna, è un'emissione radio a grande lunghezza d'onda (il cosiddetto alone) che proviene dal gigantesco sistema di ammassi di galassie Abell 521, distante quattro miliardi di anni luce dalla Terra. E' la conferma delle previsioni teoriche secondo cui le collisioni fra ammassi di galassie producono anche segnali radio a grande lunghezza d'onda. Il segnale è stato rilevato utilizzando lo strumento oggi più sensibile nella banda delle onde radio lunghe, il Giant Metrewave Radio Telescope (Gmrt) che si trova in India. Si apre così la caccia ad una nuova classe di sorgenti che potranno essere individuate con i radiotelescopi di nuova generazione, come il radiotelescopio europeo Lofar (Low Frequency Array) che potrebbe entrare in funzione tra due anni e che ha una sensibilità fino a 100 volte superiore a quella dei radiotelescopi attuali. I ricercatori sono infatti convinti che Abell 521 sia il capostipite di una classe di oggetti celesti finora non osservati, ma che sarà possibile studiare nei prossimi anni. "Pensiamo che nell'universo vi siano migliaia di aloni radio con caratteristiche simili ad Abell 521", ha osservato Gianfranco Brunetti, dell'Istituto di Radioastronomia di Bologna dell'Inaf. (fonte ansa.it)




...A Qualcuno ci girano i galassie 'e poi vanno a sbattere!



ben ritrovati!
il rientro non è mai bello come il riesco...
...ma se la cava.
quando sembra che niente cambi
è
perchè lo sta facendo altrove.
baci belli,
bokkaglio.




permalink | inviato da ilbokkaglio il 17/10/2008 alle 11:48 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (1) | Versione per la stampa



20 ottobre 2007

stato apostata-le

 stato apostata-le:
già patria del diritto,
questo stato di diritto
abbandona se stesso.

stato tennista:
di diritto,
o di rovescio...
la racchetta colpisce la palla,
mai il contrario.


stato tassista:
dopo il decreto bersani,
anche i tassisti vorrebbero riunirsi...
in una lobby mondiale.


stato pacifista:
ripudia talmente la guerra...
che per non farla con nessuno,
se li ammazza da sè
i propri soldati.
(meglio se chiusi dentro un portabagagli).


stato laico:
si ricorre a leggi (canoni) vaticane
per dare una vedova all'eroe del cofano.


stato femminista:
le donne giocano solo le amichevoli...
tanto perdono sempre.


stato imprenditore:
ssswuapppete!


stato "tolleranza zero" :
tana libera tutti!


stato lassista(o pugilatore):
"...si costerna-s'indigna-s'impegna,
poi getta la spugna
con gran dignità".


stato...

...stato meglio in monte sarei,
a guardare le capre!
e il mare da lontano....

...e ora che son sceso dai monti,
vorrebbero farmi risalire su un albero.


un bokkaglio,
presto!
prima che ci oscurino...

ci rimarrà almeno l'empatia,
o possono "indebitamente appropriarsi" anche di quella?

stato distorto!





permalink | inviato da ilbokkaglio il 20/10/2007 alle 5:10 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa



28 settembre 2007

ticchettacche...

 

una volta, nel mondo, il tempo regnava sovrano.
confusione!
sì, c'era una gran confusione...
però ordinata, ordinatissima:
ad ognuno il suo tempo, scandito dal tempo.
straniero in un mondo strano, chiedevo:
"ehi signore-la prego signora-un attimo, per cortesia..."
rispondevano tutti:
"non ho tempo-non ho tempo."
borbottii senza fermarsi.
io, invece, ero lì, fermo.
sotto un lampione:
"documenti! prego, vostri e del vostro orologio! "
io, io non capii quella strana parola: orologio.
mi presero,mi portarono in questura: "ladro di tempo! ", sentenziarono.
tre volte la luna si fece rotonda, poi mi prelevarono e giù,
oltre i confini di quel mondo..
"e non tornare più! non c'è posto qui per chi vive senza tempo!
fuori dal tempo! "
"e sei bello tu!" ah gliel'ho detto.
oh picciò: ho fatto galera,
mi hanno trattato da delinquente miserabile,
mi hanno maltrattato e cacciato,
e ancora non capito una cosa:
"ma il tempo cos'è?- eitt' è?
ho detto...
il tempo cos'è? "
"mah? boh?
no è nudda,figgiu mi, no er nudda! "
(non è nulla figlio mio, non è nulla!)


                  un bokkaglio sommerso dal tempo
                  un bokkaglio sommerso dal nulla




permalink | inviato da ilbokkaglio il 28/9/2007 alle 10:37 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (9) | Versione per la stampa



17 giugno 2007

buongiorno

 

 
    rumoreggia la vita
al levarsi del sole
     si tacciono i sogni
al lavarsi degli occhi.




permalink | inviato da ilbokkaglio il 17/6/2007 alle 5:48 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (12) | Versione per la stampa



15 giugno 2007

NUANCES


       hamas                               d' alema :
 
           
      padrone                            contro di me
                                
        della                                  solo un

   striscia di gaza :               "attacco sgangherato" :


       et voilà !                               et voilà !


                            e la lega, 
                            "okkupa"
                             i banchi
                                del
                             governo:

                        prove tecniche di

                             "et volià !"


in fide et sine maleficio,

                      tubetto.
                                         

                                         






permalink | inviato da ilbokkaglio il 15/6/2007 alle 1:36 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa



26 gennaio 2007

L' outing di Tubetto: "Sì,sono un..

 ...Fascio!
Da contraddimento,da provocamento, da tergiversamento...
La sciò-à... ? è un modo per dire vàvia.
La lupa?-La femmina del lupo(secondo altri, celeberrima professionista ante merlin.)
Il balilla?-Famosa marca di pasta cinese( oh copiano tutto! ) .
Fischia il sasso...ameni motivetti reggheggianti( che anche lui mi ha confidato di essersi rotto di  fare sempre la figura del sasso cattivo,quindi si fuma qualcosa e fischietta "redemptionsongs" ) .
Il moschetto? Brillante operazione di un enologo pazzo(radiato dalla rubrica gusto del tg5 perchè predicava veritas) : riuscito mix di moscato e bracchetto.
La mitraglia?-tartagliante maestro di enrichetta mentina.
Salò...tto! (=> onomatopeica versione del gancio..cielo di karim Abdul Jabbar) .
La croce...pelvica?-Fastidiosissima forma di pubalgia.


Libero sfogo di chi non si rassegnerà mai a finire in galera per un pensiero.

L' e(o)rrore storico è figlio prediletto dell'ignoranza(come tale miseranda, non per questo "rinchiudenda").

12 anni di galera per un negazionista? mastella al gabbio per negazionismo di connivenza mafiosa?
 + damnatio eterna eterna per falsa "testimonianza" al matrimonio di campanella(che si fa il testimone di nozze ad uno che non si conosce? ) ? Ministro mastella,per chi suona la campanella?

Anche A.N. è contraria: ci hanno messo sessant'anni ad aggirare l' apologia di fascismo, mò viene questo e tutti dentro..ohh!

Chiedo venia se qualcuno è rimasto offeso da qualche mia affermazione.Per lui un consiglio:"fai come il sasso:fumati qualcosa e fischietta,che tanto, finchè non la pubblicano in G.U. , rimane solo una proposta del kaki(o) .


       In fide et sine maleficio,
                                        
                                          Tubetto.




permalink | inviato da il 26/1/2007 alle 17:53 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (4) | Versione per la stampa



25 gennaio 2007

SIGNORA MORTE VS VECCHIO MARTELLO

my name is death! disse la portatrice di falce al colpitore di martello. domani finisco il corso d' inglese, sai non è bello dire a uno"ciao sono la morte,e sono venuta aprenderti" e quello non ti capisce perchè sa solo inglese.cioè,è un servizio che offro;vabbhe anche per cultura personale..comunque,my name is death and i'm here for you!hahaha.

oh pindaccia tott'ossusu,eitta ser nendu, maistru 'e ferru chi treballa cun mazzetta soi eu,narami itta possu fai po rui,chinò,non seghisi is patatasa e zacca strada currendu,ca giai ses strangia e nn ti possu biri.
my name is death and..

oh signorina guardi,mi scusi,ma qui ci è giente lavorando,lei con quella falce tutta ruginita a lavorare non ne trova mica,che qua il grano è tutto a gambo grosso e se non te l'accussi il farcione non ne tagli l'acqua del mare..

no,fabbro,forse non ci siamo capiti,forese nn mastichi l'inglese, ma guarda che "sono io la morte..


si,signora e padrona porti corona e rompi un pò il ritmo del mio martellare;vabbhè,tocca dai che già ti ho capito,to dammi quella falce che già te l' affilo gratis,basta che la smetti di rompere..

la morte,disorientata per cotal scellerato comportamento,è colta di sorpesa quando il martellatore le sfila la falce dalle  mani e nulla riesce ad opporre quando quello inizia ad affilare la lama, invero molto malridotta dopo tante benriuscite decollazioni...
finito il suo lavoro, il martellatore,soppesa la falce,la brandisce un paio di volte nell'aria,ad accertarsi e bearsi del proprio operato,finchè esclama in tono di sfida:"allora signorì,chi eravate?"

la morte, sempre più attonita e immobile,a sua volta dice:"ma perchè usate il passato,vecchio martellatore,qui ora e viva davanti a voi...

non ebbe il tempo di finire il proprio dire,che l'altro,con danzante giravolta ,rotea la di lei falce e la decapita;subito dopo esclama sul suo cadavere:visto che eravate,signorì?! senza falce, la morte cosa sarebbe..con la falce chiunque da martello si trasforma in signora morte.




permalink | inviato da il 25/1/2007 alle 0:47 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (6) | Versione per la stampa



23 gennaio 2007

Io, Tubetto indigeno rastafaariano, indegno portatore sano di vita…

...prego i miei neuroni di guidarmi la mano, in questa singolar post-tenzone.

La battaglia si preannuncia cruenta e "balente" e' il contendente.

Fuoco alle polveri!

 

Gioco subito la carta "gomma da cancellare" per eliminare dal campo di "battaglia" alcune tue imprecision-presunzioni:

- mai i miei polpastrelli digitarono concetti del tipo"Welby ha vinto sulla   malattia".

 Mi sarei, tutt'al piu', permesso di dire" toh, quel volpone di Welby! Ha soffiato, di sotto al naso, il piatto dell'ultima mano, a quel dio o sorte di cui parli tu. Ma tant' e', non ho scritto ne' l' una cosa ne' l' altra.

- mai ho inteso coloro i quali, (sacrosantamente in modo antitetico all' ormai defunto Welby), si battono per restare vivi ad ogni costo, non degni del mio (e di chiunque) rispetto, che voi riuscite algidamente a graduare.

 

Battaglie antitetiche, secondo te; diversi nemici contro cui combattere, per me. Contro la morte si battono  i piu': guerra eroica di trincea.

Kamikaze-style la lotta di Piergiorgio, contro la malattia per molte, molte lune e contro il pregiudiziale postulato (indimostrato e indimostrabile per un libertino come me) della sacralita' della vita e contro la presunzione (data forse dalla populistica forza del numero e dalla qualunquistica dottrina della fede) di avere ragione.

 

Esercito il mio diritto al dissenso! Affermando che tu e il tuo egregio illustrissimo primo medico, sicuramente edotti intorno alla diversita' di reazione, tra individuo ed individuo, rispetto  a condizioni (di  cui la malattia e' tragico esempio) in tutto simili; immersi come siete in celestial iperuranio a disquisire di iperboliche tematiche etico-sensibili, tendiate, come dire, un tantinello a fottervene del malato, depositario e gestore unico della vita sua..

 

Dimostrate indifferenza per la sua volonta', dimenticando di essere un servizio pubblico e come tale preposti a "servire” chi crede in ciò in cui credete voi, ma anche chi da voi dissente (che e' grossa responsabilità, mi rendo conto, e  se questa dovesse essere per voi troppo gravosa,  lasciate a chi  fosse in grado di sopportarla di adempiervi).

Non ergetevi, tu e il tuo vate(r) a giudici altrui, che anche giudicare implica responsabilta' spesso insostenibili.

 

Tenetevi le vostre responsabilità e financo i vostri convincimenti, cercate pure di convincere gli altri della loro bonta', ma non cercate mai di volerle imporre subdolamente o prepotentemente ad un amante di specchietti e perline di civilta' perche', anche da inerme, immobilizzato su un letto si battera' per impedirvelo… di fronte alla morte nessuno vince, neanche Piergiorgio Welby.

 

Dopo il verbo fu la luce disse qualcuno, beh fate in modo di non spegnerla. La luce della speranza, speranza di esser liberi, in modo non violento, di dire fare quello che si vuole, anche di aiutare un amico a morire, se questo fosse per lui liberta', dignità.

 

In fide et sine maleficio,

                                                                           Tubetto




permalink | inviato da il 23/1/2007 alle 18:33 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (5) | Versione per la stampa



21 gennaio 2007

Paradisiaca Sardegna( Torre di avvistamento,Barisardo-Ogliastra)




permalink | inviato da il 21/1/2007 alle 11:16 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (3) | Versione per la stampa



21 gennaio 2007

perversioni

“Si’,sono un libertino,lo riconosco:ho concepito tutto ciò che si può concepire in questo ambito,ma non ho certamente fatto tutto ciò che ho concepito e non lo farò certamente mai. Sono un libertino,ma non un criminale né un assassino.”

                                                                             Marquis DeSade


"Io non sono un criminale nè un assassino e non ho concepito niente in nessun ambito,ma ho certamente fatto tutto l'inconcepibile...o, forse, ho solo creduto di farlo."

                                                                                Un Detenut De Nient


P.S.:Un "Ti Amo"a Diotima,sacerdotessa di Mantinea,che insegnò a Socrate la
       teoria dell'Amore.
P.S.S:-Per Alberello:bievenido,siempre!




permalink | inviato da il 21/1/2007 alle 4:59 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (2) | Versione per la stampa



19 gennaio 2007

Dentro o fuori?

Il mio primo (forse ultimo) pensiero serio,da ultimo fra gli uomini fuori agli ultimi fra gli uomini dentro,è dedicato a chi il carcere lo vive realmente,fisicamente,fra diritti negati e calpestati.La mia è una prigione dell'anima, meno dura senz'altro di quelle in cui siete costretti voi. Da un fuori non sempre libero, un augurio di pace e libertà mentale.DA un fuori non sempre libero, un giorno di digiuno non violento contro la tragica riduzione delle risorse sanitarie per le amministrazioni penitenziarie.
in fide et sine maleficio...


P.s. Grazie a radio carcere.




permalink | inviato da il 19/1/2007 alle 21:49 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa


sfoglia     ottobre       
 


Ultime cose
Il mio profilo



E = mc²
fulmini
gracespace
l'altravoce.net
Ninetta
katesteriza
paoletta
studium
cicciapasticcia
liberaliperisraele
vulvia
Vedere oltre
visionidiblimunda
prishilla
LaBruna


Blog letto 1 volte

Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom